giovedì 13 marzo 2014

L'organizzazione del viaggio alle Seychelles (e in generale)

E anche questo viaggio, così carico di emozioni, è passato. E come tutti gli altri, anche questo viaggio mi ha insegnato tanto. Mi ha insegnato ad esempio che, come al solito, puoi fare mille piani, ma tanto poi l'imprevisto c'è sempre e in qualche modo ce la fai, anche se stai viaggiando con due nani al di sotto dei 3 anni.
Però va sempre bene avere un piano d'attacco, soprattutto se, come facciamo noi, ci si organizza il viaggio da soli. Noi facciamo così: partiamo innanzitutto dal volo, cercando con i vari comparatori di prezzi la compagnia con il volo più economico. Cerchiamo sempre di comprare il biglietto direttamente dal sito della compagnia per evitare spese di agenzia e cancellazioni a cui non si ha diritto al cambio volo. Stavolta infatti la compagnia ha cancellato i voli per e da Mahe dal 5 marzo quindi il nostro ritorno era saltato, ma avendo comprato il biglietto dal sito della compagnia hanno dovuto trovarci un altro volo senza rincari di prezzo e ci è andata più che bene visto che la compagnia del volo di ritorno era molto nano-friendly
Per gli hotel noi preferiamo b&b con angolo cottura, guesthouse o appartamenti per sentirci liberi di mangiare a casa o in giro quando e come ci pare. I francesi viaggiano molto in questo modo e devo dire che con i nani al seguito è decisamente un'ottima scelta. Le Seychelles sono davvero stracolme di ottimi posticini a poco prezzo, case e appartamenti completamente accessoriati sparsi su tutta l'isola, quasi tutte vicino al mare, alcune addirittura sul mare. In questo modo inoltre si ha un contatto più diretto con chi vive sul posto ed ciò è sempre arricchente a livello personale: si conosce più approfonditamente il luogo, si imparano cose nuove sulla cultura locale, si hanno persone che possono aiutarci a scoprire qualche perla rara, ci si sente anche un po più a casa, alle volte si ha la fortuna di avere come padroni di casa coppie con figli (noi avevamo la figlia dei padroni che appena arrivati è subito venuta a giocare con i miei nani e ha anche regalato un braccialettino alla Belva...love!!) e allora è davvero il massimo.
Noi amiamo molto muoverci quindi la macchina a noleggio è quasi d'obbligo, abbiamo girato in lungo in largo tutta Mahe approfittando del riposino pomeridiano dei nani e abbiamo scoperto spiagge davvero fantastiche, che le guide invece sconsigliavano perchè molto soggette alle maree o con rocce, eppure passandoci in macchina le abbiamo viste di persona e avevano tutt'altro fascino.
Per le escursioni noi prendiamo più informazioni possibili da internet e dalle guide, ma solo una volta sul posto decidiamo, perchè spesso ci troviamo di fronte a più offerte, alla voglia di scoprire questo o quell'altra cosa o semplicemente decidiamo di non fare niente. Questa volta avevamo pensato di andare a visitare Praslin o La Digue, ma i prezzi erano un po' alti quindi abbiamo preferito un'escursione giornaliera in catamarano intorno agli isolotti di fronte a Mahe, anche per non stressare troppo i due nani (il viaggio è stato anche e soprattutto per loro carico di emozioni e molto stancante).
Per il cibo abbiamo fatto un mix, alternando pasti al ristoranti, pasti d'asporto o pasti preparati da me, riuscendo così ad avere una visuale generale della gastronomia dell'isola. I prezzi dei pasti sono davvero molto alti se ci si siede in qualsiasi ristorante, però in compenso il take away è molto usuale anche tra gli abitanti dell'isola e ha prezzi stracciati, per quanto riguarda invece il supermercato si ha una scelta vastissima di prodotti locali, inglesi o francesi (le Seychelles sono state colonia di entrambi gli stati) con cui poter preparare un pasto che possa soddisfare tutti i palati.
E' stata una bellissima esperienza e come al solito la voglia di ripartire appena ritornati è fortissima, anche dopo aver fatto voli notturni con scalo (sia all'andata che al ritorno) e nani al seguito super-iper-eccitati, anche dopo aver lottato contro sudamina dei nani e scottature mie (pure con la crema sono riuscita a diventare rossa pomodoro!), anche dopo aver aspettato invano il passeggino a Malpensa (non preoccupatevi è già tornato a casa e la compagnia mi riborsa pure 88 euro per il disturbo!!!), anche dopo aver fatto tutto questo senza il Navigante (ma con l'indispensabile aiuto di Au Pair, grazie alla quale abbiamo pure potuto fare una cenetta romantica fuori soli io&il Navigante)...la voglia di viaggiare e scoprire il mondo con i miei nani è più forte che mai!

21 commenti:

  1. E per i tuoi figli è uno dei più grandi insegnamenti che possano ricevere.

    RispondiElimina
  2. Bentornata in Francia!!!
    Io invece proprio 1 settimana fa sono partita per Stoccolma, dove siamo andati a trovare mio marito (é là per lavoro, ma ci andiamo tutte le estati!)
    Da Amsterdam-Stoccolma, ci vogliono meno di 2 h per arrivarci.
    I miei figli di 2 e 4 anni, erano molto contenti di ricredere il padre, che anche loro,come i tuoi figli non vedevano da qualche mese.
    Intanto che eravamo lì io è i miei 2 figli abbiamo fatto pratica con lo svedese, che già sanno abbastanza bene, ma migliorarlo é sempre meglio!
    Invece l'olandese lo sanno bene, dato che viviamo in Olanda, anche se io sono svedese, e il loro padre olandese.
    Anche questa é una bella esperienza per i miei figli!!
    Ti seguo sempre. Ariane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella Stoccolma, sarà stata sicuramente una bella esperienza!

      Elimina
    2. Altroché! Soprattutto per i miei figli e le loro esperienze linguistiche.
      Scommetto che anche tu insegnerai l'italiano, francese e spagnolo ai tuoi figli, vero?

      Elimina
    3. In realtà io parlo italiano, mio marito lo spagnolo e il francese lo sentono all'asilo...poca fatica, massima resa ;)

      Elimina
  3. :) mi rispecchiò in tutto e per tutto!;) soli...foto...foootoooooo!!;)
    ps io usavo la crema per i bimbi anche prima di avere un bimbo...fai te!!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo dubbi!! Le foto...hai ragione...dovrei decidermi a metterle in queste mio blogdiario!

      Elimina
  4. Deve essere stato un viaggio davvero fantastico, bravi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì effettivamente lo è stato...è volato!

      Elimina
  5. mi pare una bellissima esperienza...grazie per i dettagli...magari in futuro potrebbero essere utili...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego e se ti servisse qualche dettaglio in più chiedi pure ;)

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grazie! E tra poco questi 4 mesi volgeranno finalmente al termine :)

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  8. Bentornati! Che bella vacanza e anche aver avuto qualche ora per te e il Navigante ... ci voleva ;)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente, è stata una boccata d'aria fresca!

      Elimina
  9. bentornati! che meravigliosa esperienza dev'essere stata!

    RispondiElimina
  10. bentornati!!! chissà che meravigliosa avventura è stata anche questa volta! ci volgiono veramente le foto, per fare sognare anche noi "casalinghi"

    RispondiElimina

I commenti sono graditissimi, se firmati ancora di più!