lunedì 7 novembre 2016

Ariecchime!

Ed eccomi qua, dopo più di due settimane belle piene.
Ho passato prima dieci giorni dai miei insieme a mia sorella e la sua famiglia: 4 loro, 4 io e i nani, 2 i miei che fa un totale di 10 persone che passano la giornata a mangiare, berciare, litigare, mangiare, urlare, mangiare...di sicuro anche se abbiamo un lato austriaco, quello italiano è decisamente preponderante! Da un lato mi sono un po' rilassata, smollando il naname a mia madre e godendomi un po' di libertà e chiacchiere con la Sister, da quando è in Inghilterra vedersi è difficile, la qual cosa decisamente non ci piace, ma così è. D'altro canto però mi sono sciroppata notti corte, perché la tisana post cena con tanto di partita a carte durava anche fin mezzanotte, mentre la sveglia dei nani era sempre la stessa, nonchè i molari che spingono per uscire, un piacere che il Francese non smetteva di sottolineare.
Il Navigante è poi arrivato giusto in tempo per Halloween e per una cena tutti insieme in un ristorante stellato pagata da mia madre per la pensione e che ha usato come esca per averci lì tutti insieme...ste mamme che fanno trappole pure quando hai più di trent'anni!!
Dopo la super cena, siamo partiti in camper per visitare Salisburgo e i castelli di Ludwig II in Baviera, di cui vi parlerò prossimamente. Luoghi davvero magnifici in cui mi sono sentita a casa, dove sono riaffiorati ricordi, dove i profumi e i sapori erano familiari e pure la lingua non così ostica come credevo; d'altro canto non potevo sperare che anni di vacanze in Austria non lasciassero tracce.
Sto giro eravamo un po' più accampati del solito, perché le temperature erano rigide e il nostro riscaldamento non funzionava (usavamo i fuochi della cucina per riscaldare la mattina!), inoltre abbiamo fatto le valigie in due tempi diversi (un po' io prima di partire, un po' il Navigante) e si è visto, per non parlare dei vari pacchi di spesa e vestiti che mi sono portata a Tolone e che erano stipati dappertutto. Vabbè era un prova generale che abbiamo comunque brillantemente superato, quindi stiamo già organizzando la settimana di vacanza pre natalizia tra mercatini di Francia e Germania!
Ora è tempo di routine, di pomeriggi pigri, di adeguarsi a temperature fredde, al buio presto e al vento gelido (me n'ero andata che si arrivava ancora a 25°!!), ma soprattutto di lavatrici e di riordino generale!

10 commenti:

  1. Eccoti! Mi stavo preoccupando... certo che tu, Francia o Italia, sei proprio un'anima zingara :D sei sempre in giro a vedere il mondo! che bello!!! che invidia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'ha detto pure mia sorella...ogni tanto mi chiedo se dovrei preoccuparmi, se questo mio costante girovagare non sia un segno di qualcosa...
      Di sicuro è che non mi stanco mai, potrei davvero girare sempre senza fermarmi mai!

      Elimina
    2. si si è sicuramente segno di qualcosa.
      E' segno che ti piace viaggiare! :-D

      Elimina
  2. Che bello questo continuo trotterellare... io adesso non ne avrei la forza, ma mi piacerebbe davvero tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bè tranquilla che la forza prima o poi torna :)

      Elimina
  3. Ciao sono Silvia e sono stata attratta molto dai diversi luoghi di cui parli nei tuoi articoli...adoro viaggiare ma in questo periodo mi trovo al nono mese di gravidanza e devo stare buona buonina per un pochino.....poi riprenderò alla grande con la speranza sia fattibile con il cucciolotto in fasce ;).
    Mi iscrivo al tuo blog in quanto stavo leggendo altri articoli interessanti magari possiamo condividere esperienze comuni ;)
    se ti va poi fare lo stesso con il mio neonato blog ti posto il link
    https://ilsalottodisilvia.wordpress.com
    un abbraccio ed a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benarrivata in questo mio angolino! Farò volentieri un giro sul tuo blog!
      A presto!

      Elimina

I commenti sono graditissimi, se firmati ancora di più!