lunedì 22 aprile 2013

I giudizi di un'estranea

Ok, faccio outing: io sono una mamma urlatrice. Quando sclero, lo faccio davvero di brutto e urlo come una pazza, anche se chi ho davanti è un esserino di 7 mesi. Ecco l'ho detto e ora datemi pure del mostro.
Detto questo oggi è successa una cosa che mi ha un po' scosso.
Dopo la giornata di ieri e una notte passata a sudare con un nano perennemente attacato alle tette (per lo meno me le ha svuotate completamente), oggi sono un attimino spossata e con meno pazienza del solito.
Sta di fatto che arrivo all'ora X e inizio a preparare il pranzo, la Belva inizia a stressarmi che vuole l'acqua, il Vitellino inizia a lamentarsi con il suo solito e irritante lamento continuo...niente di nuovo. Ma nel preparare la tavola mi sfugge la bottiglia di vetro dell'acqua che cade in terra e si distrugge. PANICO!
Blocco il Vitellino, dico alla Belva di stare ferma, pulisco, intanto guardo della pasta, il Vitellino continua a lamentarsi, la Belva mi guarda allibita e continua a muoversi. Trasudo stress da tutti i pori, finchè quando ormai è tutto pulito e sto per scolare la pasta, non ce la faccio più e inizio a urlare dietro a Jacopo che non riesce a calmarsi nemmeno con un pezzo di pane. Urlo forte e arrivo quasi alle lacrime. Poi metto la pasta a tavola e tutto si placa.
In quel momento bussano alla porta: è la vicina che con sguardo un po' allucinato mi chiede se va tutto bene e se mi serve una mano. Io la faccio entrare, farfuglio qualche scusa e ridendo dico che non servono i servizi sociali, ma sono ancora molto scossa. Lei inizia a dirmi che sa come sto, che anche lei li ha così vicini ed è lontana da casa, che devo assolutamente mandare a scuola almeno la più grande, che poi con uno è più semplice, che devo cercare qualche aiuto che poi sclero e si arriva alle tragedie. La lascio parlare, ma non rispondo se non a mono sillabi mentre do da mangiare ai nani (Off Topic: il nano oggi ha mangiato tantissima pasta per la prima volta!!)
Ok, sicuramente alle volte esagero e ok, sicuramente lei è venuta in buona fede, ma mi sono sentita giudicata, tra l'altro da una perfetta estranea, visto che a parte il "ciao" sul pianerottolo non abbiamo avuto altri approcci.
Guardo i miei figli e quando succedono queste cose mi sento davvero male, ma sono umana e sbaglio. Con loro non alzo le mani per scelta, sto con loro 24 ore su 24 per scelta, non li mando all'asilo nido per scelta, faccio allattamento a richiesta per scelta, con il Vitellino non uso nemmeno il ciuccio per scelta...insomma se parte qualche urlo di sclero non credo che li traumatizzerò a vita, giusto? Perchè questa mamma che irrompe in casa mia e, senza conoscermi, mi da tremila consigli su cosa è meglio o peggio per me e per loro, mi ha fatto sentire davvero inadeguata. E inizio a pormi mille domande sul mio essere mamma, sui miei difetti, sui miei errori...
Ma poi li guardo: guardo il Vitellino sorridermi, la Belva ridere, li guardo crescere, li guardo diventare autonomi, li guardo dormire serenamente...Forse non sono una mamma poi così mostro no?

13 commenti:

  1. Ma io l'urlo non l'ho sentito, ma sempre e solo un urlo rimane. Con due figli piccoli con cui passa 24 su 24 mi sembra routine e sinceramente la vicina un po' esagerata, però per lo meno vuol dire che c'è chi ancora non pratica l'indifferenza come filosofia di vita e di questi tempi e' cosa rara. Non preoccuparti per il resto conosci mamme che non urlano? Io lo faccio anche per molto meno a volte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, questo è vero, l'indifferenza è una brutta bestia!
      Non lo so se ci sono altre mamme che urlano come me, quello che so è che quando mi succede mi sento una schifezza, soprattutto con il Vitellino che è ancora davvero troppo piccolo per capire.

      Elimina
  2. mi sono gustata il tuo post tutto dun fiato..
    la tua vicina mi e' sembrata un tantino prepotente mi sembra la classica pettegola che viene a curiosare per poi spettegolare in giro...e' un classico.
    la prossima volta non aprirgli..
    hai fatto bene a esplodere...bisogna e' tutto sano..^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me da impressione di una che spettegola...Tra l'altro era già capitato che venisse a chiedermi una mano quando stavo preparando i nani per uscire ed eravamo nel pianerottolo...non lo so, forse ho un tono di voce troppo alto e lei pensa che stia sempre a cazziarli...

      Elimina
  3. Bhè la mamma dei cretini è sempre incinta. Non sei mica la sola che urla con i figli sai? Io sfido chiunque ad essere perfettina. Io ero una mamma urlatrice qualche anno fa e oggi per colpa dei due grandi lo sono ancora alcune volte. Ti sclerano di brutto

    RispondiElimina
  4. ecco io una come quella l'avrei messa alla porta subito. Non era proprio il momento di venire a curiosare. L'urlo ci sta, alzi la mano a chi non è mai scappato. Credo che il "male" lo faccia più alla mamma che alla prole...

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte! Mi fate sentire meglio...è che vederla sulla porta con quello sguardo preoccupato...non lo so, forse urlo più di quello che penso? Forse sembro davvero una pazza? Forse lo sono? Insomma la mia mente si è affollata di domande e come al solito la mia poco autostima non mi ha aiutato.
    Fortuna che c'è il blog...e che ci siete tutte voi!

    RispondiElimina
  6. anch'io urlo! e ti dirò che parte anche uno scapaccione! poi mi dico che non è il modo di fare ma...la volta dopo urlo ancora.
    e consolati: una sera, quando avevo ancora solo samuele, il bimbo ha pianto talmente forte e talmente a lungo (e lì i miei urli non c'entravano) che il vicino mi ha suonato alle 23 chiedendomi se nadava tutto bene? lì stavo per urlare addosso a lui: come poteva pensare che andasse tutto bene quando avevo un neonato che piangeva da tre ore e noi non riuscivamo a placarlo in nessun modo? cosa pensava, che lo stavamo seviziando? mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ogni tanto parte...e mi sento davvero uno schifo!! In fondo i miei sono ancora piccolini :(

      Elimina
  7. No! Non sei pazza! Sei assolutissimamente umana. E' che chi non ha bambini in questo momento, non può sapere. E certi giudizi mi danno troppo i nervi...già è difficile, manca anche quella che ti viene a fare la morale, giusto per tirarsi un po' su.
    Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  8. direi proprio di no... mi sono molto riconosciuta nelle tue parole e ho riconosciuto anche un paio di buon'anime che conosco nella tua vicina. Si facessero gli affaracci loro... Un bacione.

    RispondiElimina
  9. ciaooooo!
    io sono una new entry e mi lancio subito in un grido di solidarietà!
    pure io a volte scoppio e subito dopo (a volte anche durante!) mi pento o mi chiedo "dovevo proprio?" ma penso che siamo donne, mamme, persone....umane!con i nostri limiti e le nostre riflessioni, i nostri perchè e i nostri momenti no....non possiamo pensare di tenere tutto dentro anche perchè rieschieremmo di peggiorare le cose..prima o poi il botto lo faremmo comunque, tanto vale farlo quando c'è una ragione (anche se non così grave forse)
    penso anche che se la reazione viene riequilibrata da un buon dialogo e da una sana gestione del post-incazzo (del tipo una coccola quando le acque si son calmate o un abbraccio consolatorio) allora diventa anche produttiva e costruttiva
    ecco...io penso questo e mò mi aggiungo ai tuoi followers perchè mi piace proprio questo tuo blog!
    ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere di conoscerti e benvenuta nelle mie pagine!

      Elimina

I commenti sono graditissimi, se firmati ancora di più!