domenica 6 aprile 2014

Le lucertole francesi che escono col sole

È arrivato il sole e la primavera sulla Côte Azur e i francesi improvvisamente escono dalle loro tane. Durante l'inverno la domenica qui era come un deserto, nessuno usciva, nessuno parlava, forse si poteva incontrare un po' di gente al parco in riva al mare, se la giornata era particolarmente limipida.
Oggi invece siamo stati a la Foire aux Plants nel paesino di La Garde, proprio fuori Toulon e c'era il mondo! Una piccola sagra con un mercatino dell'usato, piante per il giardino, prodotti tipici, animali della fattoria e area giochi per i bimbi, niente di speciale, ma per passare qualche ora passeggiando è stato piacevole.
Tornati a casa poi il nostro piccolo borgo era in fermento: bimbi che giocavano in giardino, i vicini che mangiavano fuori, l'altro vicino che finiva di montare una parete di legno tra il mio e il suo giardino in modo tale da non doverci più vedere...avere un po' più di privacy :))
Mi chiedo dove fosse tutta sta gente finora, che cosa ha fatto tutto sto inverno. Il vicino che non vuole più vederci che vuole la privacy ha una bimba di tre mesi che ho visto solo una volta tutta imbacuccata in macchina, che sento solo piangere e non vedo mai a prendere un po' d'aria. C'è poi un'altra famiglia, che abita nel villone che ci sovrasta, con cui mi faceva piacere incontrarsi di tanto in tanto, avevamo fatto un goûter prima che il Navigante partisse, ma solo l'altro giorno sono riuscita a parlare con la maman e chiederle se volesse venire questo weekend da noi, aveva detto ci saremmo aggiornate giovedì, ma poi non li ho più visti.
Ma sti francesi dove e da cosa si nascondono?? In Spagna, come in Italia, la gente vive fuori casa, passeggia, sta in giardino, anche non volendo si fa amicizia, si chiacchiera, ci si interfaccia con gli altri. Qui, anche volendo, non si riesce ad avere un minimo di relazione, solo brevi saluti mentre ci si incrocia nel tragitto casa-macchina-casa.
È un peccato perchè sono persone molto ricche, se ci si riesce a parlare, amano viaggiare, sono abituati ai cambiamenti e quindi collezionano svariate esperienze nella loro vita, hanno poi una cultura diversa dalla nostra e sarebbe bello scambiare qualche chiacchiera ogni tanto. Che sia colpa del mio francese???? O____o e io che proprio ieri me ne vantavo ^____^

4 commenti:

  1. Se abitassi qui dove abito io, ti faresti la stessa domanda. ieri, giornata di sole, io e miciomao usciamo a fare una passeggiata in due ore abbiamo visto solo mucche e cani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè per il piccolo saranno stati sicuramente interessanti!

      Elimina
  2. Non so, dipende dal tuo livello di francese.
    Io ad esempio non so una parola :))
    Io sono russa, e ho imparato l'italiano andare a vivere a Forlì con mio marito (italiano e di Forlì :)).
    Noi russi (un pò come voi francesi), dagli italiani, siamo considerati "freddi" e "taciturni", io non sono molto d'accordo su "taciturni"...
    Annika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè io vengo dall'Italia del nord e dagli italiani del sud siamo considerati freddi, quindi fai un po' te...

      Elimina

I commenti sono graditissimi, se firmati ancora di più!