venerdì 7 settembre 2018

Essere mamma degenere ed esserne conscia

All'inizio di questa settimana avevo sognato mille mila cose da fare: post da scrivere, foto da mettere a posto, mattinate camminando tranquilla in un ameno centro commerciale e pranzi sola buttata sul divano o su un tavolino di un qualsiasi bar romano.
La realtà come al solito è ben diversa.
Non posso dire di non aver fatto nulla perché sarei una bugiarda visto che ho rigirato casa come un calzino pulendo anfratti che nemmeno sapevo di avere (che non vi dico le condizioni di una casa lasciata allo stato brado da più di un mese...), ho azzerato le lavatrici lavando anche coperte e lenzuola del camper, ho sistemato tutti i vestiti, ma soprattutto tutte le spese fatte in viaggio (in Francia tra Primark e spese culinarie vi lascio solo immaginare...) e mi sono concessa due pranzi con il Navigante, una serata tra amici di pianerottolo iniziata con un aperitivo e finita con la rakia bosniaca, svariate cene fuori con il Navigante. Siamo pure stati all'Ikea per comprare il letto con funzioni di divano per la cameretta, visto che poco prima di partire abbiamo venduto lo storico letto a castello francese dei nani; ed è stato così estremamente rilassante poterci andare solo noi, la sera, girovagando con calma senza l'assillo nanesco di fame, sete, noia!
E ovviamente ho impunemente cazzeggiato, sbattuta sul divano con il mio pranzo pane e philadelphia direttamente dalla vaschettina, guardando le prime serie di Grey's anatomy che stanno dando sulla La7 (piegando panni o guardando le mail o organizzando il prossimo viaggio...sia mai che ci si annoi troppo).
Alla fin fine l'unica cosa che posso dire è che questa settimana non mi è bastata! E potete darmi della madre degenere, senza cuore, egoista o quello che vi passa per la testa, non mi direte nulla che io non mi sia già detta almeno un milione di volte questa settimana in cui i nani non mi sono mancati nemmeno per un secondo! E a dirla tutta ogni volta che li chiamavo e sentivo le urla, i litigi, la voce di mia madre contenta, ma isterica, la voglia di rimanere ancora un po' nano-free si ripresentava più forte che mai!
Ma come ho detto al Navigante so qual è la motivazione: io sto davvero sempre in loro compagnia, pur mandandoli a scuola, pur lasciandoli a nonni, amici o papà per uscire di tanto in tanto, nella mia routine non c'è uno spazio sufficientemente lungo senza di loro perché difficilmente tutti e tre vengono presi contemporaneamente, scuola a parte.
Non mi lamento, ho scelto io di avere tre figli così vicini di età sapendo di non aver nessuno, spesso nemmeno il marito. Ma il dato di fatto è che ogni tanto vado in overload da bambini, solo dai miei bambini che quelli degli altri mica mi danno fastidio (tanto che stamattina ho fatto da babysitter alla figlia della mia vicina di casa, quella che fa la parrucchiera e mi taglia i capelli gratis tutte le volte che voglio...do ut des...). E se qualcuno se lo chiedesse, no, non voglio metterli a scuola tutto il giorno, ma qualche fuga ogni tanto, sola o con Navigante, è più che necessaria!

10 commenti:

  1. Mamma degenere a rapporto :D Ho solo una bimba di 10 mesi, ma viviamo all'estero (Perth-Western Australia) e non abbiamo famiglia che ci dia una mano. Oggi sono off dal lavoro, ma porca miseria baby Z l'ho mandata all'asilo lo stesso e mi godo una giornata non scandita dai suoi orari! Bisogna ricaricarsi ogni tanto, sono una mamma più tranquilla se non sto 24h/24h con mia figlia e no, non mi sento in colpa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo vissuto 4 anni in Francia e il piccolo è nato là, siamo rientrati l'anno scorso, ma comunque viviamo lontano dalle nostre famiglie...come posso non capirti?!?! Poi la cultura estera ti aiuta a non sentirti in colpa, pare che solo le mamme italiane abbiano queste paranoie di sensi di colpa!

      Elimina
    2. Seguo (silenziosamente) il tuo blog da mo' e tanto di cappello a te per riuscire gestire 3 figli piccoli da soli! Tra un po' arrivano i nonni materni a rapporto e la Creatura sarà lasciata a loro full-time :D

      Elimina
    3. Quando arrivano i nonni è festa festissima: cene e uscite inanellate una dietro l'altra come non ci fosse un domani!

      Elimina
  2. Questi momenti fanno bene a tutti, a voi, a te, ma anche a loro...io faccio fatica a lasciarli non so perchè, poi quando riesco ne sento tutti i benefici...ovviamente con un pò di sensi di colpa! ;-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, bè i sensi di colpa sono la malattie delle mamme, niente da fare! Comunque sì, fa bene proprio a tutti!

      Elimina
  3. Cara, hai fatto benissimo e ben vengano le madri degeneri come te se essere degenere significa questo. Non smetterò mai di ripetertelo: non so davvero come fai a far quadrare tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè non lo so...secondo me aiuta il fatto che io sia un po' iperattiva...ma giusto un filino...

      Elimina
  4. Ma che degenere...solo umana e con il coraggio di esternare quello che pensiamo in tante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè di certo non sono una che si tiene dentro i pensieri!!!

      Elimina

I commenti sono graditissimi, se firmati ancora di più!