giovedì 5 dicembre 2019

Heaven

E poi succede questo: il Francese stamattina ha l'ultima visita alla scottatura (tutto a posto, abile e arruolato!) e ci va il Navigante, portando prima i due grandi a scuola, quindi la mia mattina inizia con calma, anche se la notte è stata corta e frastagliata.
Quindi ho la mia mattina calma dove posso spalmare una lavatrice, un pan di spagna per la festa del Francese e anche alcune decorazioni per la torta.
Poi il Navigante mi chiama e dice che, invece di andare a prendere l'albero di Natale, può andare lui a prendere i due grandi e io suggerisco che possa andare a prenderli e poi andare con tutti a prendere l'albero.
Così dopo una mattina tranquilla, con un Bastian Contrario un po' appiccicoso e lagnone, mi ritrovo con un pranzo da sola con un Bastian Contrario che dorme. Un pranzo sul divano, con il kindle e, perché no, pure la televisione accesa come sottofondo, qualcosa che non facevo da anni.
Il Bastian Contrario poi, distrutto da una serata fuori e una notte agitata, sta dormendo da ore e quindi sono riuscita a fare un altro pan di spagna, un'altra lavatrice e pure scrivere un post sul blog.
Il periodaccio è finito oggi!

lunedì 25 novembre 2019

Periodaccio...

Non riesco a scrivere, non riesco proprio a trovare il tempo tra il piccolo (com'è normale che sia nei primi tempi), le lavatrici impossibili da far asciugare per sto tempo di bip che non ci ha lasciato in pace per settimane e tutta una serie di sventure capitate una dietro l'altra.
A partire dal Navigante che è partito due settimane, quindi è venuta mia madre, ma dopo una settimana è dovuta rientrare perché la sua mamma, la mia nonna, la bisnonna dei miei figli, colei che mi ha cresciuto e a cui sempre dicevo per scherzare "nonna tranquilla, l'erba gramigna non muore mai!" quando lei affermava che non avrebbe mangiato il panettone quest'anno...bè LEI, ci ha lasciato, questa volta davvero non mangerà il panettone, o meglio lo farà lassù insieme a un bel gruppo che in questi ultimi anni si è ben infoltito.
In 4 anni ho perso 3 nonni e il papà...sono francamente stanca di andare in chiesa per dei funerali, anche se per questa morte non me la sento di essere triste più di tanto dato che è morta nel sonno, senza soffrire, nel suo letto quando ancora era attiva e vitale. La morte che tutti sogniamo e che lei meritava più di tutti.
Quindi mia madre è partita in treno, io ho richiamato il Navigante e abbiamo fatto un tour de force di due giorni per andare al funerale. Rientrati ci siamo goduti il primo weekend libero da impegni rugbisti e siamo andati ad Arezzo per i mercatini di Natale (Arezzo bellissima, ma i mercatini...bof direbbero i francesi!), facendo fare la prima uscita in camper al Bastian Contrario.
Ma siccome mainagioia è sempre in agguato, mentre stavano ritornando a casa io ho iniziato ad avere i brividi e il seno dolente: principio di mastite un'altra volta, solo per aver messo il reggiseno per due giorni! Fortuna che il Bastian Contrario ciuccia che è una meraviglia (l'ho pesato venerdì...6,61kg!!) e riesce a sbloccarmi la situazione in fretta, anche se la sofferenza c'è eccome, come la febbre e la debolezza.
A casa insomma volevo solo farmi la doccia bollente, bere un brodino caldo e infilarmi nel letto, ma il Francese ha ben pensato di tirarsi il piatto di brodo addosso e provocarsi una bella ustione di secondo grado! Quindi il Navigante l'ha portato ieri sera al PS e stamattina in chirurgia ricostruttiva, mentre io accompagnavo i due grandi a scuola con 38.7 di febbre.
Alla fine è un'ustione di secondo grado, ma superficiale, ma significa comunque 10 giorni di antibiotico e una settimana almeno a casa senza scuola e sport. Ah, e il Navigante parte domenica per tre giorni a Tolone e io sarò sola con tutti i nani.
Altro!?!

mercoledì 6 novembre 2019

Ci sono...sopravvivo

La vita a sei ormai sembra rodata...o meglio, riesco a barcamenarmi senza l'aiuto di nessuno e tutti paiono puliti, sazi, con i compiti a posto e presenti negli sport (ma per quest'ultimo punto ho l'aiuto del Navigante); solo in casa sembra scoppiata una bomba nucleare e noi viviamo scansando i residui e la polvere che si è creata!
Ammetto che però così è troppo per il mio fisico e infatti domenica mi sono beccata un bell'inizio di mastite, probabilmente dovuta anche a un reggiseno troppo stretto (ho le tette che mi scoppiano!!). Quindi ho passato domenica con la febbre e ad attaccare il Bastian Contrario in tutte le posizioni più assurde purché mi svuotasse bene tutto.
Fortuna che per il weekend lungo non siamo partiti per varie cause, tra cui un Navigante che non ha potuto prendesi il giorno, tanto per cambiare...doveva essere flessibile a lavoro, ma invece...
Domani però grazie al cielo arriva mia madre, perché lui parte per due settimane quindi avrò un aiuto costante, che era quello che mi sarebbe servito fin da subito, almeno fino a dicembre. Poi soffrirò un altro paio di settimane prima dell'inizio delle vacanze di Natale e fino a metà gennaio sarò a posto.
Dopo vedremo se avrò ancora bisogno oppure avremo un minimo di ritmo decente.
Comunque è difficile, è stancante, alle volte non so dove sbattere la testa, ma sono incredibilmente fatta per la famiglia numerosa, mai l'avrei detto!

giovedì 17 ottobre 2019

Ritorno alla - dura - realtà

Sono a casa da ormai una settimana e mi sembra già un'eternità.
La settimana passata in ospedale è stata per me rilassante fino quasi allo sfinimento, tanto che alla fine ero proprio contenta di ritornare nel mio caos quotidiano. In realtà non avevo idea a cosa stavo andando incontro.
Tutti e tre i nani sono stati contenti dell'arrivo del fratellino, la Belva magari avrebbe preferito una femmina, ma mi ha anche detto che l'importante era che fosse nato e che la prossima la farò femmina o_O Anche il piccolo, che all'inizio della gravidanza non prometteva bene ammettendo senza troppi giri di non essere contento dell'arrivo di un eventuale fratello o sorella, alla fine è quello che più sprizza gioia quando lo vado a prendere a scuola con la carrozzina.
Ma la settimana di sballottamenti mentre ero in ospedale e questo nuovo equilibrio non stanno certo passando sotto silenzio.
Ho una Belva che mi fa i capricci per fare i compiti, che discute su ogni cosa e dimentica a scuola i quaderni con i compiti da fare e credetemi quando vi dico che non sono cose da lei.
Parliamo poi del Vitellino che piscia a letto una sera sì e una no? E che diventa ogni giorno più manesco e prepotente? Vale anche per lui la regola del "ma da quando in qua?!" Lui, che magari ti distrugge casa, ma ha un cuore enorme ed è pronto a servirtelo su un piatto d'argento anche prima che tu glielo domandi.
So che è un periodo, so che è normale, ma alle volte è davvero difficile essere empatici. Ammetto candidamente di non essere in grado nemmeno di ragionare bene sulle varie questioni, tanto che lascio sempre sia mio marito a decidere punizioni, fare cazziatoni, io francamente me ne lavo le mani, affondando la testa nel pancino morbido e profumato di Bastian Contrario. Insomma faccio lo struzzo con un neonato pacioccone di 10 giorni...non cambierò mai, madre degenere ero, madre degenere sarò con uno, due, tre o quattro figli!

martedì 15 ottobre 2019

Il Bastian Contrario

Alla fine ci siamo riusciti: dopo un ricovero nel weekend causa monitoraggi che facevano un po' schifino, dopo un lunedì passato a bermi siringozzi di prostaglandine ogni due ore e dopo un travaglio cominciato all'una e dieci di notte durato fuori tutto un'ora e venti è nato il mio "piccolo" Bastian Contrario!
Perché è l'unico che mi ha fatto sbagliare il sesso: ho sempre pensato fosse una femmina e mi aspettavo anche questa volta di averci azzeccato, invece un altro pisello è entrato a far parte della squadra. E quanto mi scoccia aver sbagliato!
Perché è l'unico nato dopo avermi fatto tribolare non poco, tenendomi in ospedale quasi una settimana.
Perché ha rivoluzionato tutto quello che pensavo fossimo come famiglia, ha riaperto le carte in gioco portando desideri ed emozioni che ormai pensavo di non avere né volere più.
Perché mi ha fatto amare la gravidanza...oddio non esageriamo, diciamo che me l'ha fatta tollerare, tanto che quasi quasi mi viene da dire che mi manca la pancia.
Perché è l'unico nato esattamente nel momento peggiore potesse scegliere, anche se in realtà essendo il parto stato indotto non è che sia stata proprio una sua scelta.

Ah, comunque per il peso si è allineato e coperto: 4495g...il più grande di tutti, anche se io mi ero autoconvinta che questo non sarebbe stato oltre i 4/4.2 kg...anche per questo Bastian Contrario fin dalla nascita!!!!

mercoledì 2 ottobre 2019

Ancora niente...né bimb@ né au pair!

Sono un po' sparita, ma non per partorire, non vi preoccupate: come ho sempre sostenuto quest@ non sarà più gentile degli altri nascendo prima! Anche se ammetto che tra venerdì e sabato scorso qualche dubbio di arrivare a fine corsa mi è venuto, ma dopo una notte in cui mi ha fatto ballare, tutto è tornato alla normalità con contrazioni non dolorose né regolari.
In tutto questo mio marito è stato via tre giorni e, non avendo la ragazza alla pari, ho rapito mia madre nel weekend in cui sono salita per il torneo di tiro a segno (da quest'anno dedicato a mio padre) ed è ancora qua.
Avevo trovato un'altra ragazza, ma lei è semplicemente...sparita! Sì sì avete letto bene: SPA-RI-TA! Doveva arrivare due giorni fa, lunedì, ma non è né arrivata, né ha avuto la decenza di rispondere ai messaggi che le ho inviato e ha rifiutato le chiamate di mio marito.
Insomma un'altra volta con il deretano per terra, con mia madre che deve partire per il Messico e bambinoa che ci fa i dispetti, non nascendo quando sarebbe stato facile, ossia con mia madre qua.
Insomma, se qualcuno ancora non l'avesse capito, come al solito le cose facili in casa mia sono un optional!

mercoledì 18 settembre 2019

Note come piovesse...

La scuola è iniziata da 5, e ripeto 5 giorni, e il Vitellino si è già beccato una nota personale e una nota di classe.
La prima riguardava il fatto che aveva buttato via la sua merenda e poi aveva chiesto un pezzo della merenda di un suo compagno.
Quella invece ci classe c'entra con il fatto che i bambini chiacchierano e fanno caos in classe disturbandosi a vicenda.

Ora, premettiamo per chi ancora non l'ha capito, che io sono pro regole, pro limiti, pro seguire le istituzioni. Però però...a me sta maestra sta iniziando a rompere il c@zzo e scusate il francesismo! Sarà la gravidanza, sarà che ho finito l'anno con un po' di amaro in bocca (con una pagella di tutti 10 tranne tre 9, ma sufficiente in comportamento...che manco un bullo...), ma questo utilizzo continuo di note a me pare controproducente.

Parlando della nota personale mi viene da dire, sinceramente: ma io che ci devo fare con sta nota?!? Scusatemi, ma se io sono la maestra di quel bambino che butta la merenda, gli faccio un cazziatone che Dio solo lo sa e poi non gli faccio mangiare nient'altro! Tutt'al più ne parlo con la madre se penso sia così importante (ma alla prima volta che succede anche no), ma la nota? E a cosa servirebbe? A scaricare la patata bollente a me che però in classe non ci sono! E' successo lo stesso l'anno scorso più volte su cose diverse, quello che lui fa in classe, con me non si azzarderebbe mai e se si azzardasse riceverebbe cazziatone ed eventuale punizione. Come mai in classe si permette certe cose? La mia risposta più ovvia è che c'è poco polso da parte degli insegnanti.
Lo stesso vale per la nota di classe. Cioè, ma al quinto giorno già la classe è così ingestibile da avvisare tutti i genitori e mettere una nota di classe? Non è che semplicemente devono trovare un equilibrio magari o che magari la maestra deve trovare un altro modo per mantenere l'ordine.

Non voglio fare la parte della madre che giustifica il figlio e non crede nelle insegnanti, ma io ho un problema di scoglionamento da scuola e tutto questo non fa che aumentarlo. So benissimo che mio figlio non è uno stinco di santo, ha un disperato bisogno di imparare a controllarsi e io alle volte gli sono anche fin troppo col fiato sul collo.
La cosa che mi fa più incazzare poi è che hai colloqui non fanno che elogiarne l'intelligenza, la velocità di apprendimento, la brillantezza, la bontà d'animo e io sinceramente non so cosa rispondere.
Siamo al quinto giorno di scuola e sono già esaurita!