lunedì 22 novembre 2021

Sarà un luuuuungo inverno mi sa...

Ero rimasta a due tamponi da fare giusto? Negativi entrambi, vi tranquillizzo subito.

Poi però si è aggiunta la quarantena del nido nell'unica settimana in cui il Bastian Contrario è stato bene, perché appena avrebbe potuto ricominciare ha iniziato a tossire. E tossire. E tossire. E abbaiare, con un rantolo poco simpatico.

Non avendo quasi febbre, l'ho tenuto a casa al calduccio e riempito di Grintuss finché una mattina non si è svegliato con 39.6 e allora ho fatto una cosa che di solito non faccio: ho bypassato il pediatra che non me l'avrebbe visitato e ho chiamato l'ospedale da dove mi hanno risposto: non qui, siamo stracolmi, vada in periferia.

Ho fatto quindi un'altra cosa che di solito non faccio: ho chiamato una mia amica che fa la pediatra turnista e le ho chiesto se era di turno, quindi mi sono sobbarcata una mezz'ora di macchina verso le bellissime montagne e l'ho portato a visitare, perché ormai sti bambini non li visitano più, si fanno solo tamponi a volte ormai quando la febbre o il malessere è passato.

Il tampone ovviamente è stato fatto lo stesso ed è risultato un'altra volta negativo, infatti l'unica cosa che sto figlio non aveva era il Covid perché poi ci siamo beccati otite bilaterale E bronchite! Sono andata a svaligiare la farmacia e sono rientrata a casa per un'altra settimana di chiusura.

Mai avrei portato un bambino solo con la tosse in ospedale, mai avrei chiamato un'amica per sapere se c'era lei, ma di sti tempi l'unica cosa che conta è il Covid mentre il resto non viene quasi calcolato e il Bastian Contrario, come si è visto, andava assolutamente visitato.

Comunque finalmente inizia ad avere un colorito roseo e se tutto va bene mercoledì tornerà al nido dopo un mese in cui c'è stato solo due giorni! Potrei avere qualche mattina libera...fino al prossimo figlio malato/quarantena/tampone/chissacosaltroancora!!!

mercoledì 3 novembre 2021

La sfiga ha decisamente 10 decimi

Il Navigante si è trasferito in Sicilia per un anno ed è diventato un Navigante comandante, questo ci ha portato a scendere in aereo in pompa magna per la cerimonia, io con 4 nani e nonna. E suoceri arrivati il giorno dopo.

Sono partita con il Bastian Contrario che aveva vomitato il giorno prima e che appena arrivato ha battezzato casa del Navigante con vomito e diarrea. Si è fermato con il vomito, ma ha continuato con la diarrea per tutti i giorni che siamo rimasti giù.

Arrivati venerdì in terra sicula, sabato decidiamo di andare a Taormina, magnifica Taormina. Per strada un'enorme nuvola di fumo si eleva nel cielo...l'Etna erutta fumo...e lapilli sulla nostra macchina a noleggio!!! A Taormina c'è il parcheggio coperto, quindi la macchina è salva, noi invece no e alla fine della giornata ci siamo trovati lapilli davvero in ogni dove. Esperienza più unica che rara!

Poi ha cominciato a piovere. E piovere. E piovere. E piovere. Tranne la mattina della cerimonia che il tempo ci ha graziato lasciando solo un cielo plumbeo e vento, fino a quando non siamo rientrati a casa ed ha ricominciato a piovere costantemente fino dopo la nostra partenza quando è arrivato direttamente l'uragano.

La Belva poi mentre eravamo giù ha ricevuto una bella notizia: ha vinto un bel tampone lei e la sua classe. Per quelle due ore in cui abbiamo cercato un laboratorio che facesse tamponi e abbiamo aspettato il risultato, tutti abbiamo sudato freddo: il positivo significava rimanere bloccati tutti insieme (io, il Navigante, 4 nani, 1 nonna e 2 suoceri) in una casa con 6 letti e 6 sedie.

Fortunatamente è arrivato il negativo, ma una volta arrivati a casa è arrivata anche la comunicazione di quarantena e secondo tampone fatto ieri, negativo pure quello (del resto lei era assente...). Qualche giorno più tardi il Bastian Contrario ha iniziato ad avere la febbre, successivamente anche il Vitellino e ovviamente abbiamo vinto altri due tamponi per venerdì.

Da casa Fantozzi è tutto.

lunedì 4 ottobre 2021

Luna di miele veneta

Avevo iniziato un post a metà della scorsa settimana per raccontarvi il bel weekend passato al sapore di normalità, tra una festa di compleanno come non la si festeggiava da due anni e il primo raggruppamento di rugby dopo un anno e mezzo. Avevo iniziato, appunto.
Ho riacceso il computer adesso e mi sono accorta, oltretutto, che l'avevo lasciato acceso, santo subito lo spegnimento automatico.
E quindi adesso mi ritrovo qua a raccontarvi di un altro bel weekend, dire un weekend magico come non succedeva da marzo 2018: un weekend soli io&il Navigante.
Abbiamo lasciato tutta la nananza a mia madre e a mia zia (con l'età chiede rinforzi!) e abbiamo fatto una due giorni e mezzo in terra veneta, tra cenette romantiche, passeggiate in città medievali e musei, degustazioni di vino direttamente nelle cantine, chiacchiere, chiacchiere e ovviamente anche del buon sesso.
Una magnifica luna di miele durata, mi ripeto, ovviamente troppo poco. Pochissimo. Praticamente non mi pare nemmeno di esserci stata, come fosse stato un sogno.
Si dovrebbe avere di questi momenti, ogni genitore dovrebbe averne, e noi due, che in questo anno e mezzo ci siamo visti davvero pochissimo, maggiormente, anche perché l'appetito vien mangiando no?
Così intanto il Navigante ha prenotato una cena in un ristorante stellato per il nostro anniversario e io penso che è giusto che anche gli altri nonni devono godere dei nipoti in modo così esclusivo no?!?

Comunque segnatevi Marostica, Cittadella, Castelfranco Veneto, Vicenza. Poi se volete mi metto d'impegno e vi faccio un bel post turistico perché meritano davvero!

martedì 14 settembre 2021

Una lunga estate calda

Ebbene ci sono ancora. E' stata una lunga estate calda, alla fine siamo rimasti in giro quasi due mesi, infatti per stare insieme al Navigante, anche al di fuori delle sue ferie, siamo rimasti in un campeggio vicino alla sua base così tra una cosa e l'altra siamo rientrati il giorno prima dell'inizio dell'inserimento del Bastian Contrario.

Sono state settimane piene di cose da fare, come ogni settembre, ma almeno il Navigate si è fatto un paio di giorni qui prima di rientrare e quindi abbiamo fatto il doppio delle cose in poco tempo. Il miraggio dell'inizio scuola, delle mattine libere era ormai un traguardo a portata.

Ieri finalmente tutti a scuola: i tre grandi tutti alle elementari, il piccolo al nido. Dopo una prima mattina davvero da dimenticare, volevo solo andare a correre. Sono stati lunghi mesi, ho davvero bisogno di riprendere in mano la mia vita e il mio fisico, ma evidentemente qualcuno lassù ha altri piani e così ho passato 5 ore in pronto soccorso per una distorsione lieve, ma che mi ha bloccato per due settimane.

Inspira. Espira. D'altronde dopo tutti sti mesi, si parla di solo altre due settimane, giusto? Come quando il Navigante doveva rientrare dalla missione...

Saranno interminabili...


venerdì 9 luglio 2021

Il mio cervello va in vacanza!

 Il Navigante è in aeroporto per arrivare stasera verso le 20, ma questa volta è diverso. Questa volta si va in vacanza, questa volta il mio cervello si chiude per almeno due settimane!

Non vedo l'ora e non perché abbia voglia di stare con la mia famiglia, mio marito, in vacanza...nossignore, sono semplicemente arrivata NUN JA FAZO CHIU! Tanto per rendere chiara la cosa, sono stufa di pensare solo io, di fare solo io, di esserci solo io.

Nell'ultimo mese e mezzo il Navigante arrivava venerdì notte e ripartiva domenica dopo pranzo, un'ammazzata per lui e per me che dovevo fare da taxi anche a lui, oltre che ai miei figli! Lo so che non dovrei lamentarmi dopo tutti i mesi in cui è stato assente, ma solo una giornata e mezza insieme a settimana non è sto grande idillio.

Comunque si è trattato solo di questo ultimo periodo, ora avremo le vacanze e poi da settembre dovrebbe fare un weekend corto e uno più lungo fino al suo trasferimento in Sicilia a ottobre quando poi vedremo come organizzare il tutto.

Per ora ci godiamo due settimane scendendo lungo lo stivale e salutando amici e parenti, poi faremo una settimana di campeggio vicino al suo lavoro perché lui dovrà a andare almeno la mattina, poi un altro paio di settimane ad agosto dove spero di espatriare nel fresco nord!

Saluti a tutti! Ci risentiamo!

giovedì 1 luglio 2021

Peter Pan

Il tempo inesorabile non si ferma, anche se a volte un'ora sembra non passare mai o i mesi di lockdown sono sembrati infiniti, in realtà il tempo scorre. E te ne accorgi soprattutto quando hai dei figli.

La Belva quest'anno compirà 10 anni, ha raggiunto la doppia cifra, il che significa che sono mamma da 10 anni, che per quanto mi riguarda mi pare davvero incredibile siano passati così tanti anni!

Inoltre ieri è stato l'ultimo giorno di materna del Francese, che a novembre compirà 6 anni e sarà alle elementari insieme alla Belva e al Vitellino, per la prima e con tutta probabilità anche l'ultima volta, frequenteranno lo stesso edificio scolastico!

Il prossimo anno, dopo 7 anni, non avrò nemmeno un bambino alla scuola materna, ma solo uno al nido (grazie a Dio perché a casa tutti i giorni non lo sopporto più!!! :DD) e tre alle elementari e la cosa mi risulta davvero strana.

Parliamo poi che siamo ormai alle porte delle medie e sinceramente non mi capacito di come possa IO, proprio io, avere due preadolescenti per casa...

Attenzione, non mi sto lamentando dei bei tempi andati, proprio no! Non sono una di quelle mamme con gli occhi a cuoricino che pensano a come erano belli da neonati; io tutta la fatica di un neonato me la ricordo molto bene e non solo perché ne ho uno di 21 mesi!! Amo moltissimo vederli crescere e imparare e diventare autonomi, non tornerei indietro anche perché mi piace sempre di più l'interazione che abbiamo, anche se ci sono mille cose di cui preoccuparsi e gli scontri sono continui.

Semplicemente il loro scorrere del tempo, che è così bello è stimolante, mi ricorda che anche il mio scorrere del tempo continua e, no mi spiace, non mi piace l'idea di invecchiare, probabilmente perché sono una bambina dentro e adulta solo fuori, non lo so, ma io di crescere proprio non ne ho voglia!

Chissà se prima o poi me ne farò una ragione...

giovedì 17 giugno 2021

E-state paparapà...

 Le vacanze sono iniziate.

No, non siamo in viaggio, non ancora, ma sono iniziati quei giorni oziosi di dolce far niente in cui i bambini ancora stanchi e agitati non fanno altro che girovagare per casa senza meta, annoiandosi, lamentandosi e discutendo per ogni cosa.

Tanto per dire due giorni fa il Vitellino dopo colazione camminava per tutto il salotto contando le piastrelle...

E non sia mai che ti venga in mente la balzana idea di suggerire qualche attività da fare! Se parli dei loro giochi, loro non hanno niente e non vogliono fare niente; se parli invece di lavori di casa è tutto uno sbuffare.

A tutto questo non dimentichiamoci gli ormoni che iniziano a circolare, ancora pochi per fortuna, ma già non li sopporto più!

Sto per spedirli dal padre che almeno li metta a lavorare sulla nave!!