venerdì 1 marzo 2019

Nun ce a posso fà!

Vorrei davvero parlarvi di qualcosa. Vorrei davvero scrivere con piacere su questo blog, ma non ci riesco. Parto con un argomento, ma mi blocco oppure faccio una polemica assurda o non so come spiegarvi come mi sento.
Non so cosa mi succede, ma tutte le mie attività sul web hanno subito un rallentamento. Dovuto sicuramente al poco tempo che passo con il computer tra le mani, ma anche dal fatto che di qualsiasi cosa si parli il web ormai è strapieno e non ci sono più interazioni, nessuno legge o commenta perché c'è talmente tanta roba in giro che non se ne esce più. E quindi mi sembra di sprecare del tempo facendo cose inutili.
La mia gravidanza non aiuta. Sto male per buona parte del tempo e quando sto meglio ho il panico che possa succedere perché qualcosa stia andando storto, come già mi è successo.
Quindi passo il tempo a sperare di star male, ma maledicendo ogni singola ondata di nausea o stanchezza cronica (e intendo cronica come davvero debilitante, tanto che l'altro giorno mi si sono chiusi gli occhi mentre guidavo...).
Tutti i miei progetti, voluti, cominciati con slancio, che mi riempivano le giornate, ora sono un incubo a cui non vedo l'ora di porre fine. Vorrei potermi buttare nel letto e risvegliarmi direttamente a giugno, quando la scuola è finita e io non posso che godermi il dolce far niente.
So che è una situazione momentanea, cioè più che altro lo spero, comunque sta di fatto che mi sento veramente come fossi sotto a un treno, fisicamente e psicologicamente. Datemi animo!

16 commenti:

  1. Guarda io non lo so se il mio consiglio è un pò da "minchiona", però so che con le gravidanze l'umore fa quel che vuole e che se oggi 1 marzo va così...probabilmente domani 2 marzo sarà tutta un'altra storia. Questo in realtà vale sempre ma in gravidanza più che mai, io trovavo sollievo nel ridere, ridere tanto ed ora come soluzione per far ridere te, mi viene in mente il libro del il Signor Distruggere "pancine d'amore"...l'ho letto due volte di fila e mi son piegata in due dal ridere entrambe le volte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se riuscissi a leggere e non crollassi miseramente, avrei il mio bel Hippie di Paulo Coelho che ogni sera mi aspetta trepidante...Mi basterebbe...
      Ammetto invece che sono una delle poche che non ama il signor Distruggere...ma ti dirò che mi basterebbe una settimana di sonno, lontana da qualsiasi impegno...se ne parla a Pasqua...

      Elimina
  2. Scrivi tutto quello che pensi. Usa il blog come un contenitore di pensieri. Toglili dalla mente e mettili nel blog. Allegerisci la mente. E poi non è sbagliato essere stanchi.
    Un saluto
    Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che non è sbagliato, ma è altamente frustrante per me, che sono un'iperattiva cronica. Ancora più frustrante è che mi sono presa tutta una serie di impegni che ora mi pesano da morire. Ma passerà...prima o poi...

      Elimina
  3. Passerà, un po' di pazienza e passera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco...diciamo che la pazienza non è decisamente il mio forte...

      Elimina
  4. La mia stessa situazione i primi mesi la nausea e il dare di stomaco mi facevano stare più tranquilla nonostante i 40 gradi lavorare e il nano a casa e poi finché non.l' ho sentito muovere e infine si muoveva troppo??!!! Troppo poco??!!?? Insomma finché non l'ho stretto tra le braccia una settimana fa sempre un po'in ansia...la stanchezza cronica passa dai che siamo a marzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io non sono una ansiosa...o almeno finora non lo sono mai stata...ma magari l'età o gli ormoni, chi lo sa...

      Elimina
  5. Dai, ci stanno i momenti di abbattimento, anche per una super donna come te! Sono sicura che in breve tempo sarai come prima se non ancora più grintosa e tornerai a raccontarci di te. E noi leggeremo con estremo piacere.
    Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, alle volte mi sento in colpa perché penso che se fosse il primo figlio (che tanto ho voluto e cercato) non mi sentirei così...forse semplicemente sono passati 10 anni e il mio corpo ne risente di più...molto più probabilmente è solo un momento.

      Elimina
  6. vedrai che è solo la gravidanza a farti sentire cosi' e passerà presto! IO comunque sono qui, a leggerti e commentare, quindi se hai bisogno di p^buttare giu' parole, fallo e basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...tutte queste parole di conforto fanno sempre un gran bene!

      Elimina
  7. Cara comare, due anni fa io ero nelle tue scarpe!
    Solo che, all'inizio, non sapevo dell'arrivo dell'allora Mini - oggi Mino - e pensavo alle peggio malattie e infauste catastrofi.
    Tranquilla, non ci si deve angosciare: tutto va come deve andare.
    Se vuoi, sai dove trovarmi, un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Rallenta con tranquillità. Noi aspettiamo. Con affetto e ammirazione per aver voluto la 4 gravidanza. 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...ma si può davvero ammirare la pazzia?!?! :D

      Elimina

I commenti sono graditissimi, se firmati ancora di più!